PRANZI AUTUNNALI PER NUOVE AMICIZIE

Ieri giorno di presentazioni e nuove conoscenze a Cork, quindi cosa c’è di meglio di un caldo pranzetto a casa, calici di vino pieni e profumo di torta al cioccolato nell’aria per rompere il ghiaccio??!

Detto fatto!!! Io non aspetto altro. Mi piace da morire studiare i piatti da fare, le possibili combinazioni, gli ingredienti di stagione, apparecchiare la tavola, scegliere le tovagliette e il colore dei fazzolettini…tutte piccole cose che agli occhi dei più (tipo Adriano) sono insignificanti ma che io adoro e che mi riempiono il cuore e occupano la mente. Dopo tutto si doveva conoscere un collega di Adri e non mi piace mai fare le cose così come vengono.

autunno
questo è Fitzgerald Park, dove stamattina ho fatto una corsetta per zittire per un po’ i sensi di colpa per il cibo di ieri e la nutella di stamattina

Per l’occasione e visto il cielo grigio di questi giorni, volevo fare un pranzetto decisamente autunnale, caldo e a base di grassi saturi, ma senza esagerare. Così non poteva assolutamente mancare la zucca, qualche funghetto, patate al forno, che nel fine settimana sono d’obbligo, cioccolato e profumo d’arancia. Pare che i commensali abbiano apprezzato, ma purtroppo non sono riuscita a fare delle foto visto che abbiamo spazzolato via tutto ( e poi mi pare un po’ da sfigatini perder tempo a far foto quando in tavola gli ospiti ti attendono e i piatti fumano). Perciò questo è il menù:

Antipasti

barchette di patate novelle aromatizzate al forno

spicchi di patate dolci al forno

cestini di pasta sfoglia con funghi,porro e asparagi

cestini di pasta sfoglia con salmone, porro e asparagi

Primo

conchiglioni al forno con crema di zucca, grana e mozzarella

Dolce

torta cioccolato e ricotta con marmellata di arancia al whisky

 

BARCHETTE DI PATATE NOVELLE AROMATIZZATE AL FORNO

Queste fa spesso mia mamma, quando a casa a mare accendiamo il forno a legna, inutile dirvi che lì vengono moltooo ma moltooo meglio, e poi mia madre ha un tocco quando si parla di cibo…che con tutti i difetti che ha ;D , il pregio di saper cucinare eccellentemente li oscura tutti (si mamma questo era un complimento). Comunque questi gli ingredienti:

  • 10 patate novelle
  • sale
  • olio d’oliva
  • origano
  • pepe nero
  • parmigiano
  • aromi a piacere a volontà

Lavare per bene le patate novelle e tagliarle a metà lungo il lato più piatto, lasciando la buccia. Disporle su una leccarda con il lato tagliato verso l’alto. Fare diverse incisioni a reticolo con il coltello sulla superficie e condite con sale olio, pepe nero, origano e parmigiano tagliato a scagliette. Infornare in forno ventilato a 220° C per circa 30 min, e comunque fino a quando la superficie e la buccia non si siano ben dorate.

PATATE DOLCI AL FORNO

La grande scoperta irlandese in termini di cibo, dopo gli scone, sono le patate dolci, mai mangiate prima in Italia. Sono buonissime, a pasta morbida e arancione, quando si cuociono al forno sono una meraviglia. Qui le servono spesso come antipastino o contorno. Si tagliano a spicchi e si servono in ciotole alte, come fossero tipo dei grissini.

  • 5 patate dolci
  • sale
  • olio d’oliva
  • origano
  • pepe nero

Lavate bene le patate dolci. Lasciate la buccia. Tagliatele lungo la lunghezza prima a metà e da ciascuna di esse ricavatene tre o quattro spicchi, in base a quando sono grandi. Condite con olio, senza esagerare perchè sono delle patate a pasta morbida e quindi cuociono molto bene anche senza molto olio. Finite con sale, origano e pepe nero. Disponete gli spicchi su una leccarda con carta forno, e ponete cura ad adagiarle sempre con il lato senza buccia a contatto con la teglia.Io le ho infornate insieme alle barchette, per far prima e poi perchè comunque hanno lo stesso tempo di cottura. Il risultato saranno degli spicchi con una favolosa crosticina all’esterno e una pasta morbida all’interno.

CESTINI DI PASTA SFOGLIA (12 porzioni)

  • una pasta sfoglia
  • un uovo
  • mezzo bicchiere di latte
  • un cucchiaio di parmigiano
  • un mazzo di asparagi
  • un porro
  • 300 g di funghi champignon
  • 2 fettine di salmone affumicato
  • sale
  • 1 spicchio d’aglio

Io ho utilizzato una pasta sfoglia già pronta, perchè non ho avuto moltissimo tempo. Prima di tutto fate cuocere in padella un porro tagliato finemente con un cucchiaio d’olio. La fiamma non deve essere alta, perchè il porro non rilascia il suo sapore se cotto troppo violentemente. Quando ho visto che si dorava un po’, ho aggiunto giusto un goccio d’acqua per renderlo più morbido. Lasciatelo andare per circa 15 min o comunque fino a quando non vi sembrerà bello morbido e dorato. Rimuovetelo dalla padella e senza risciacquarla ponete gli asparagi (io quelli più piccolini e sottili) e lasciateli arrostire a fiamma vivace con un po’ d’acqua e sale fino a quando non saranno leggermente brucciacchiati e morbidi. In un’altra padella cuocete i funghi tagliati a fettine con uno spicchio d’aglio, un goccio d’olio e un pizzico di sale.

Dopodiché sbattete un uovo con un cucchiaio di parmigiano e il latte. Coppate la pasta sfoglia in cerchi circolari e disponeteli nella teglia da muffin leggermente imburrata. Mettete sul fondo prima il porro, poi i funghi e due o tre punte di asparagi. Ricoprite senza esagerare con l’uovo. Per la variante al salmone, sostituitelo ai funghi. Infornate e circa 200/220° C (date un’occhiata alle indicazioni della confezione della pasta sfoglia) per circa 20/25 min. Servite dopo qualche minuto.

E’ stato molto carino come li ho messi in tavola. Dovendo ovviare alla mancanza di spazio ho realizzato un’alzatina con un piatto grande alla base , un bicchiere di vetro al centro ed in cima un piatto piccolo. Semplice ed essenziale, come piace a me, ma ha fatto la sua figura. Caspita quanto mi dispiace non aver fatto la foto 😦 .

CONCHIGLIONI AL FORNO CON CREMA DI ZUCCA, GRANA E MOZZARELLA

Questa ricetta l’ho rubata da un blog che io amo tanto “a gipsy in the kitchen”. Adoro la donna che lo conduce, come scrive e come affronta la vita, una poesia. Ci trovo spesso ricette e accostamenti insoliti e interessanti. Ve lo consiglio. Io ho un po’ modificato la ricetta visto che le mozzarelle di bufala non l’ho trovata e Adriano non ama il gorgonzola.

  • 450 g di conchiglioni
  • una zucca
  • un rametto di rosmarino
  • 2 mozzarelle
  • 5 cucchiai colmi di parmigiano
  • olio d’oliva
  • sale
  • una cipolla piccola
  • 1/2 porro

Pelate e tagliate a tocchetti una zucca. Fate appassire in una pentola una cipolla piccola e metà porro, aggiungendo un po’ d’acqua dopo qualche minuto. Scaldate dell’acqua ( o del brodo vegetale fatto in casa). Aggiungete alla cipolla i tocchetti di zucca e mescolate e fate insaporire il tutto per 1 minuto circa. Poi aggiungete man mano l’acqua calda che non dovrà coprire tutta la zucca ma mantenersi circa un dito sotto. Aggiungete un rametto di rosmarino e pepe nero e fate cuocere a fiamma moderata e con il coperchio. Mescolate e aggiungete di tanto in tanto un po’ d’acqua o brodo vegetale quando vedrete che si è seccata troppo (senza esagerare). Salate. Cuocete nel frattempo i conchiglioni, lasciandoli qualche minuto indietro in cottura. Quando la zucca si sarà quasi del tutto sfatta, rimuovete il rametto di rosmarino, aggiungete 3/4 cucchiai di parmigiano e velocemente passate il composto al mixer, aggiungendo anche una mozzarella tagliata a dadini. Scolate la pasta, passatela sotto l’acqua fredda e versatela in teglia con la crema di zucca e un’altra mezza mozzarella tagliata a dadini e altro cucchiaio di parmigiano. Infornate a 220° C e dopo circa 15/20 minuti aggiungete sulla superficie l’altra mezza mozzarella e altro parmigiano. Terminate la cottura per altri 10/15 minuti circa, fino a quando sulla superficie non si sia formata una bella crosticina e la pasta con la crema si sia ben addensata.

TORTA AL CIOCCOLATO E RICOTTA

torta al cioccolato e ricotta 6.jpg

Era tantissimo tempo che avevo in mente di fare una torta al cioccolato e abbinarla con una marmellata asprina, tipo quella di arance. Ieri si è presentata l’occasione giusta. Questa ricetta mi piace molto, non c’è né burro né olio, a rendere morbido il tutto c’è la ricotta.

  • 300g di ricotta
  • 200 g di farina
  • 200 g di zucchero mascovado o di canna
  • 3 uova
  • una bustina di lievito per dolci
  • 2 cucchiai di cacao amaro in polvere

Lasciate scolare la ricotta per una notte in frigo con un setaccio, specie se è fresca. Dopodiché setacciatela a temperatura ambiente. Passate al mixer lo zucchero di canna per ridurlo finemente. Aggiungetelo alla ricotta e setacciate nuovamente. Incorporate le uova a temperatura ambiente e frullate con le frutte elettriche. Aggiungete poi tutte le polveri setacciate insieme e terminate con un pizzico di sale. Frullate il tutto fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo. Versate in una teglia a cerniera imburrata o rivestita con carta forno ed infornate in forno già caldo a 180° per 30/35 min circa. Fate la prova stecchino e rimuovetela dalla teglia solo quando è fredda. Farcitela all’interno o a parte con della marmellata d’arance. Noi ieri ne abbiamo trovata una molto buona che fanno qui nella zona di Cork e che aveva una punta di whisky. E siccome non volevamo perdere l’occasione di provare la torta in diverse varianti ci siamo sacrificati e ne abbiamo mangiato un pezzo farcito con la nutella ed è inutile dirvi che era ottima.

torta-al-cioccolato-e-ricotta-1

Le uniche foto che sono riuscita a fare sono quelle della torta, per il resto usate un po’ di fantasia e immaginate al meglio come sarà il prossimo pranzetto con gli amici.

Annunci

One thought on “PRANZI AUTUNNALI PER NUOVE AMICIZIE

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...