Un cheesecake che sa di Sicilia

Se ti chiedessi a quali ingredienti pensi se ti dicessi Sicilia, cosa ti viene in mente??? Io penso subito alla ricotta, di pecora però (tassativamente), alle mandorle e ai pistacchi e a sua maestà l’arancia, quella del giardino di nonno, la Washington, non troppo dolce e acidula al punto giusto.

Non saprei dire esattamente da quanto tempo avevo nella testa l’idea di fare dolce che all’assaggio mi facesse ricordare casa! Un dolce però fuori dal ricettario di famiglia, ma con tutti i sapori della mia Terra.

3

Il momento perfetto è arrivato questo Natale: vacanze finalmente a casa,  ingredienti buoni e freschi assicurati e capodanno a tema anni 20′ insieme agli amici, nella mansarda di Angelica, camino accesso, giocata a carte, tanti amari buoni da bere, risate e musica buona.

6.jpg
Tre bellezze anni 20′

Indi che Cheesecake siculo sia.

 

INGREDIENTI

Dose per una teglia rotonda da 26 cm con cerniera ( io ho usato una quadrata, la tonda era rimasta a casa a mare) 0 14 mini cake con teglia da muffin

Per la base:

  • 500 g di cannoli
  • 100 g di burro

Per la crema

  • 500 g di ricotta fresca di pecora
  • 100 g di zucchero
  • 300 g di yogurt bianco
  • 200 g di panna fresca
  • 1 cucchiaio di zucchero a velo (se utilizzate la panna quella già zuccherata non sarà necessario)
  • 4 fogli di colla di pesce (8 g)
  • 40 g di latte
  • 50 g di cioccolato fondente min 72%
  • scorza di un’arancia non tratta
  • 80 g di pistacchi

Per la copertura

  • 3/4 arance Washington
  • succo di mezzo limone
  • 7/10 cucchiai di zucchero di canna (secondo i vostri gusti, io la preferisco meno dolce)

Ho trovato la ricetta di base per la crema alla ricotta sul blog Chiarapassion, blog molto carino. Io ho apportato qualche modifica, ma in realtà prossimamente, quando troverò la ricotta di pecora anche a Dublino, mi pare difficile, o quando sarò di nuovo a casa, sperimenterò un’altra dose dove si possa sentire ancora di più il sapore della ricotta di pecora (a me piace strong), ma per il momento “accontentatevi” di questa, che è deliziosa ugualmente.

Per la base, tritate finemente i cannoli in un mixer. Sciogliete e fiamma dolce il burro e quando sarà pronto unitelo ai cannoli. Mischiate per bene i due ingredienti e poi versate il tutto in una teglia. Compattate per bene con il dorso di un cucchiaio e mettete in frigo per almeno 30 min.

4
Meraviglia delle meraviglie

Per la crema, io vi consiglio di mettere a scolare la ricotta per qualche ora prima di utilizzarla. Frullatela con lo zucchero e fatela riposare in frigo per 20 minuti. Setacciatela poi e unitela allo yogurt, alla scorza d’arancia e alla cioccolata tritata al coltello. Semi montate la panna (con lo zucchero se usate quella non zuccherata) e incorporate con una spatola al composto di ricotta e yogurt, con movimenti lenti e dal basso verso l’alto. Lasciate ora il tutto raggiungere una temperatura ambiente, se dovesse essere troppo freddo, perché ci accingiamo ad unire la colla di pesce ed è importante che non ci sia un grande sbalzo termico tra i due liquidi, se no la colla tenderà a raggrumarsi.

Mettete a mollo i fogli di colla di pesce in acqua fredda per 15 min, strizzateli e fateli sciogliere a fuoco dolce con il latte. Levate dal fuoco quando il tutto sarà sciolto e tiepido (30° circa). Unitela alla crema di ricotta, yogurt e panna. Versate ora il composto sulla base di cannoli. Ricoprite con la pellicola e mettete in freezer per almeno 2 ore o 4 ore in frigo.

2
Tre strati si Sicilia e in secondo piano in giacca e cravatta Salvatore

Per la copertura di arance, sbucciatele a vivo cercando di rimuovere tutta la parte bianca. Tagliatele a tocchetti e trasferite il tutto in una padella, su fuoco medio. Aggiungete il succo di mezzo limone e adesso un po’ per volta aggiungete lo zucchero, mescolando. A questo punto siate liberi di zuccherare a vostro piacimento. Fate ridurre le arance per almeno 20 min. Bisognerà ottenere una sorta di riduzione densa che avrà perso buona parte dei liquidi di partenza. Trasferitela in un ciotola e fate raffreddare per bene.

Quando sarà fredda e la cheesecake pronta, distribuitela e decorate i bordi con i pistacchi tritati grossolanamente al coltello.

1

 

Buona Sicilia a tutti!!!

 

 

 

 

Annunci

2 thoughts on “Un cheesecake che sa di Sicilia

    1. grazie Giovanna, ma tranquilla non ho utilizzato quelli della mia pasticceria preferita e è sto un modo divertente ed inusuale di gustarsi un cannolo!!! provalo :D!! grazie per aver fatto un salto sulla mia pagina

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...