Giorno #1 _ Avevo quasi toppato

13/02/2017 | Se il buon giorno si vede dal mattino e se chi ben comincia è a metà dell’opera io stamattina stavo proprio rischiando di “scacarcela” (toppare). Si perchè nella mia testolina ieri sera mi sembrava molto più che fattibile svegliarmi alle 6, fare gli esercirzi, doccia, shampoo, colazione, preparare il pranzo, uscire per le 8 di casa ed arrivare a piedi a lavoro in 40 minuti, cambiarmi in ufficio e partire bella riposata, con estrema scioltezza e fresca come una rosa!!! Col cavolo!!!

La sveglia alle sei è suonata, ma io non mi sono alzata prima delle 6:15. Dici, è il solito quarto d’ora accademico. E va be! Cominciamo!

Acqua, limone e zenzero. Con un occhio ancora chiuso stendo il tappetino per terra. Pancia verso il pavimento, 90 secondi sui gomiti e sulle punte in equilibrio. DICONO che quest’esercizio aiuti il metabolismo a partire bene la mattina. Probabilmente è vero perchè già al 20° secondo sento un fuoco che parte dai polpacci e arriva su fino all’ascella. Addominali classici, obliqui e alti. Mi infilo in doccia, con molta calma, sempre convinta di avere tutto il tempo del mondo. Mi vesto, asciugo i capelli e poi con lo stomaco che brontola già mi fiondo in cucina.

4
Esercizio attiva metabolismo_ 90 secondi

Credo che l’abbia ribadito già diverse volte.  La colazione per me è sacra. Per far partire bene la mia giornata, devo mettere nello stomaco obbligatoriamente qualcosa di caldo, di dolce e sostanzioso. In genere vado di biscotti e marmellata, yogurt con un po’ di frutta e caffè, mentre ultimamente sto cercando di variare un po’, seguendo anche i consigli del Dott. Franco Berrino. Spero lo conosciate. E’ un stimatissimo dottore e ricercatore, sostenitore della vera dieta mediterranea, povera di proteine animali e zuccheri, ricca di fibre, cereali, frutta, verdura e semi. Poco tempo fa vidi un suo video nel quale dava alcuni consigli per la colazione. Il suo ingrediente d’oro sono i cereali integrali, le creme di cereali o il porridge (rilasciano energia più lentamente rispetto a biscotti e merendine troppo dolci) con qualche mandorlina o altra frutta secca e magari della frutta, consigliata più per la stagione calda e non per quella fredda.

Questo è il video integrale del Dott. Berrino in merito alla colazione. Vi suggerisco di vedere anche gli altri, nel quale parla delle raccomandazioni europee contro il cancro, dieta mediterranea, industria alimentare ecc.

All’inizio ero un po’ scettica in merito al porridge. Qui in Irlanda è quasi un’istituzione. Al supermercato ci sono scaffali pieni di bustone di avena oppure confezioni di roba già pronta da mangiare, additivata  con chissà quanto zucchero, coloranti, correttori di acidità e conservanti, al quale bisogna aggiungere solo acqua o latte. Per questo motivo me ne sono sempre tenuta alla larga. Ma poi leggendo etichette e guardando qualche ricettina su internet mi sono fatta convincere. Ho comprato l’avena al naturale bio e adesso questa abitudine prettamente british ha conquistato anche me. Mi piace perchè è versatilissimo, puoi sbizzarrirti a volontà con i tanti ingredienti da mixare: frutta fresca, cotta, secca, cannella o qualche pezzetto di cioccolato, che credo sia paradisiaco se aggiunto quanto il porridge è ancora caldo, perchè si scioglie e va a formare una crema squisita che sta benissimo con il pistacchio.

Il mio stamattina era porridge d’avena con pezzettini di pere cotte, uvetta, cannella, nocciole e pistacchi. Ho utilizzato il latte di mandorla non zuccherato e considerando che sono un’amante della cannella abbinata alla frutta, con questa colazione ho fatto tombola! Metto avena, pere a piccoli tocchetti, uvetta e latte in micronde e in 2 minuti esatti è pronto, giusto il tempo che il caffè sia salito e poi aggiungo la frutta secca (dose consigliata giornaliera 15g _ fonte Marco Bianchi, non ricordo la fonte di Marco  ;D).

img_3989-1.png
40 g di avena, latte di mandorla fino a coprirla, uvetta e cannella. 1 minuto in micronde e poi un altro minuto con i tocchetti di pera. Altra cannella, nocciole e pistacchi.

Nel frattempo mi sono giostrata goffamente nel preparare un pranzo decente. Quello che è saltato fuori è stata una pasta fredda di fusilli integrali con dadolata di zucchine scottate sulla piastra, con borlotti, aglio, basilico e pepe nero. Non è stata affatto male. Ve la consiglio (non sto facendo molte foto perchè la mattina per ora c’è ancora buio e con la luce della cucina le foto sono bruttine).

Poi subito di corsa lavo i denti metto le scarpette e mi fiondo fuori di casa, in ritardissimo. Si erano già fatte le 8:15. Da una settimana vado a lavoro a piedi. E’ una passeggiata un po’ lunghetta, circa 40 minuti, ma mi sono detta che quando il tempo me lo permette è meglio camminare, così mi tengo un po’ in movimento e tra l’altro risparmio parecchi soldi (non potete capire quanto siano cari i mezzi pubblici a Dublino!). Ma stamattina ho rischiato di toppare, proprio il primo giorno di questo nuovo esperimento. Sono stata tentata di andare in Dart, che è una sorta di metro cittadina, cosa che ho sempre fatto in questi ultimi due mesi, ma poi ho pensato alla sfida e mi sono detta che non potevo perderla già da subito (visto che in fondo funziona!?). Così passo svelto e via!

3
Eccola la mia faccia sconvolta durante un mini pausa per riprendere fiato

L’orario di entrata in ufficio è per le 9, ma a me piace arrivare sempre almeno 20/30 minuti prima, perchè ho tutto il tempo di sistemarmi, fare un chiacchierata con Patricia mentre sorseggiamo un caffè ed esercitare così il mio inglese ancora zoppicante. Ma stamattina mi è andata male, perchè sono arrivata in tempo in tempo alle 9. Ho preso il caffè da sola e ho rischiato anche che gli stinchi andassero a fuoco. Insomma secondo l’app runtastic:

Km percorsi 3,40                                         Tempo 33:53                                                   Calorie 344

Giornata partita, nonostante tutti gli intoppi appena descritti. Lavoro al computer come al solito, conosciuto nuovi colleghi, visto che ci hanno trasferiti di piano e Patricia per fortuna oggi non mi ha portato nessuna leccornia (temo qualcosa per domani, visto che è San Valentino :O). Sono le 6, si fa ora di tornare a casa, così mi cambio, metto la mia tenuta da corsa, scarpette, cappellino, guanti, scalda collo e via, decido di tornare a casa corredo. Arrivo fino al supermercato vicino casa ed in tutto, secondo l’app Mycoach:

Km percorsi 4,08                                       Tempo 26:40                                                   Calorie 242

Sono un po’ lentina, lo so, ma se tutto va secondo i piani, conto di migliorare nel giro di 20 giorni, incrociamo le dita! Fatto sta che la mia coscienza oggi è parecchio soddisfatta. Tanto movimento e cibo buono! E stasera piadina integrale homemade con verdure scottate e un hamburgerino di tofu. Si, ho ceduto anch’io al tofu, visto che sto cercando di eliminare pian piano latticini e pesce, ma molto gradualmente. Devo dire che se preparato con i giusti accorgimenti non è niente male e inoltre ho scoperto questi hamburger in un negozietto bio, che sono davvero gustosi!!!

1
Eccola! Per la piada 50g di farina integrale, una punta di bicarbonato, mezzo cucchiaino d’olio, sale e acqua q.b. Lasciarla riposare qualche minuto in frigo nella pellicola trasparente mentre si prepara il resto. In padella ho scottato zucchine e carote tagliate a striscioline con mezza cipolla, fino a quando non si è formata una leggera crosticina, terminato di cuocere con l’aggiunta di un po’ d’acqua e sfumato alla fine con aceto balsamico.

Signori questo è quanto. Primo giorno di sfida superato egregiamente. Ci risentiamo domani!!! Passo e chiudo!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...