Giorno #2 | Sono partita

14/02/2017 | Oggi la giornata è iniziata decisamente meglio e con più calma rispetto a ieri. Il pranzo e la doccia li ho fatti la sera, quindi stamattina non mi era rimasto altro che fare gli esercizi e la colazione. Acqua, limone e zenzero, esercizio attiva metabolismo e poi esercizi per le braccia, visto che ultimamente stanno un po’ cedendo sotto il peso funesto dell’abuso di dolci -_-. Utilizzo due pesi da 2 kg ciascuno, che sono riuscita a portare da casa di rientro dalle vacanze di natale, stivati in valigia insieme a: tappetino per gli esercizi, 2 l d’olio di casa, 5 pacchi di biscotti integrali (qui è assolutamente impossibile trovare qualcosa diverso dai digestive), tripacco di caffè lavazza (che era in offerta), mandorle e pistacchi, fichi secchi, limoni e il “pepe rollo ardente” di mio nonno Giosuè, fatto con i suoi peperoncini. 15 kg di pura gioia. Non mi spiego ancora come non mi abbiano fermato in aeroporto per contrabbando di cibo.

whatsapp-image-2016-12-25-at-12-54-51
L’etichetta di quel mito di mio nonno. Volendo italianizzare il siciliano piparollu, lui lo scrive staccato e con la virgola, non dimenticando di specificare il grado di piccantezza.

Comunque tornando a noi, faccio due serie di tre esercizi abbastanza classici, anche se ho già scoperto alcune schede niente male.

Poi colazione. Oggi ho ripetuto il porridge, con le mandorle questa volta. Una delizia. Vestita, profumata, pronta. Metto in borsa il pranzo, che è una variante di quello di ieri ma con in più dei broccoletti appena scottati. Fuori di casa alle 8 in punto, radio deejay nelle orecchie e si parte. Secondo voi com’era il tempo stamattina? Provate ad indovinare. Ovvio, cielo bianco, pioggiarellina leggera leggera, che ti scoccia pure aprire l’ombrello e freschetto, ma mi sono consolata nel guardare tutte le casine di mattoni rossi con le porte colorate.

01369d2f4e2387e5b40596466fe5717d2d6c0292e7
Le famose porticine colorate di Dublino

E poi stamattina mi sono ricordata di accendere runstatic appena fuori dalla porta, quindi posivitività a me. In breve, ho percorso

Km percorsi 4,00                                        Tempo 45 min                                               Calorie 495

Per fortuna oggi in studio non sono arrivate tentazioni per San Valentino di nessun genere. Patricia ha fatta la brava, non mi ha portato niente, così sono andata spedita per tutta la giornata. Pranzo, frutta, tanta acqua e una tisana detox buonissima a metà pomeriggio. Oggi niente corsa, ma dopo lavoro sono andata a piedi in un posto meraviglioso in centro. Vedete a me non me ne frega niente dei negozi di scarpe, borse, gioielli o vestiti. Ci sono due cose per cui mi brillano gli occhi: un viaggio oppure un mini market come Dio comanda, che vende roba buona e fresca: Fellon&Byrne E’ una sorta di Eataly, ma se la tira decisamente meno, vende cibo di ogni genere, d’importazione ( figuriamoci,in Irlanda crescono solo cavoli e patate) e soprattutto di qualità. Trovi qualsiasi tipo di farina, anche integrali, frutta e verdura proveninti un po’ da tutto il mondo ( non che mi entusiasmino le robe che arrivino dall’altra parte dell’oceano), prodotti caseari italiani, francesi, svizzeri, poi salumi e pesce fresco. E poi sopratutto mi piace tantissimo lo scaffale delle spezie, delle salse e del cibo orientale. Praticamente ci spendo quasi mezz’ora tutte le volte che ci vado, anche se non è grandissimo e compro pochissimo perchè è caro da morire ovviamente, ma mi piace stare lì a leggermi le etichette o scovare una spezia diversa o un infuso. Ad ogni modo ci vado quasi una volta la settimana perchè lì riesco a trovare il lievito fresco per il pane e la farina integrale buona. Si, perchè stasera avevo intenzione di fare il pane, ma alla fine sono rientrata troppo tardi e stanca a casa, quindi il tutto rimandato a domani.

Finalmente a casa, caricata come un mulo delle borse che ieri avevo lasciato in ufficio per via della corsa, arrivo barcollando. Quindi penso di farmi un’insalata veloce, ma che in realtà di veloce non ha avuto proprio niente. Io non ci riesco a tirare via le cose. O buone o niente, specie se si tratta di cibo, quindi si sa quando entro in cucina ma non si sa quando esco. Ma certo: lava e monta le carote, taglia i pomodori e la cipolla, affetta sottile sottile il cavolo rosso, strizza e metti a marinare il tofu, e con la nonchalance che mi contraddistingue sono già trascorsi 20 minuti. E poi che mangi senza carboidrati? Il pane non ce l’avevo e quindi si riopta per un’altra piadina integrale fatta in casa. E in sostanza tra una cosa e l’altra mi sono messa a tavola dopo 45 minuti! Alla faccia dell’insalatina veloce…Niente ci fa, è uscita veramente buona!!! Come ho detto avocado, pomodori, cipolla, cavolo rosso e tofu, condito con aceto balsamico, origano e semi di lino tostati. Si lo so l’avocado è un po’ grassottelo, ma in realtà si tratta di grassi buoni, gli omega 3 ed è ricco di fibre, vitamine, potassio e proteine. E poi ne ho mangiato solo metà. 😀

0105a3879a837b12d6c2d1d76931d92992efe8d120
La mia piadina integrale con insalata di avocado, tofu, pomodori, cipolle, carote e cavolo rosso

Così per oggi è tutto. Ho portato a termine gli obbiettivi, magiare buono, movimento e stasera posso pure vantarmi di non aver ceduto alla tentazione di azzuffarmi di mandorle, pistacchi e nocciole, come ogni sera. Comunque adesso mi sorseggio la mia bella camomilla e mi metto a letto!

 Domani è un altro giorno! Vamos!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...