Giorno # 16 | Splendeva il sole

01c440217284596f445405e1c6bb3d53442d116efa

Quando ho iniziato a scrivere questo diario, circa due settimane fa, all’ora della colazione il cielo fuori dalla finestra era sempre scuro, ancora notte praticamente. Mentre da alcuni giorni, oltre le fasce delle veneziane si riesce ad intravedere un po’ di luce già alle 7. Considerando che la casa in cui vivo, ancora per poco :), è un piano terra e che le vetrate della cucina danno proprio sulla strada, teniamo sempre le tende abbassate, quindi vedo si se c’è luce o meno, ma non capisco mai se è bello o cattivo tempo. E oramai preferisco non sbirciare e godermi o meno la sorpresa quando apro la porta, pronta per uscire di casa.

Comunque prima di mettere il naso fuori la porta, ripeto la mia solita routine: esercizi per le gambe oggi, doccia, vestita e finalmente colazione. La stessa di ieri, visto che ho finito lo yogurt e i frutti di bosco (che poveraccia che sono starete pensando, 2 settimane e ancora deve fare la sesa, vero è! ma lagnusia è stata). Porridge con le pere, visto che sono finite anche le mele -_-. Tralasciamo. E’ tempo di uscire di casa.

Magnifica sorpresa: cielo quasi sgombro da nuvole e sole splendente, “ma lu friddu era nivuru”. Proprio tanto. Ma non mi sono fatta demolarizzare. Passeggiata molto comoda stamattina, visto che credevo che Patricia non ci fosse (invece c’era). 3,6 Km 42 min e 145 Kcal perse. Ma secondo voi è normale che l’app mi abbia calcolato più calorie rispetto ai giorni in cui il passo era più alto! Bo non ci capisco nulla. Comunque va bene così.

Caffettino con Patricia, chiacchieriamo un po’ dell’ultima puntata di chef’s table che secondo me è spettacolare, guardatela, è pura poesia! Poi ritorno sul plastico. Per tutta la mattina il nostro piano è stato pervaso dal sole. Una gioia non proprio così comune.

Oggi ho avvertito un po’ di fame a metà mattinata così ho mangiato una banana e poi pranzo con la pasta che non ho mangiato ieri, pera e mandarino.

Pomeriggio tranquillo se non fosse stato che alle 5 una tipa con cui sta lavorando James, ma che io non ho mai visto, mi chiama al telefono dicendomi che le devo urgentemente mandare dei disegni. Panico. Sia James che Patricia non c’erano. Non sapevo che fare, anche perchè quei disegni necessitavano delle note che avrei ricevuto soltanto il giorno dopo. Mando una mail a Patricia, ma non risponde. Non posso chiamare James perchè è all’estero e la tipa continua a pressarmi al telefono. Dovete sapere che io non amo parlare a telefono in inglese, perchè capita che non capisco quello che mi dicono. Alla fine mi decido e chiamo Patri e per fortuna tutto è stato risolto. Che ansia però.

Comunque oggi doveva essere il giorno della spesa, ma che poteva capitarmi??? Dimentico il portafogli a casa e in più lascio la tessera della dart nell’altro cappotto. Ergo sono dovuta tornare a piedi, che non sarebbe stata una cosa malvagia se non fosse stato per il gelo e la pioggia. Ergo niente spesa per domani, niente yogurt per la colazione e di nuovo pereeeee!!!! Amen!

Per fortuna stasera però  mangio qualcosina fuori con Adriano perchè domani ha da fare in città. Così sono qui ad aspettarlo e la fame sta aumentando. Insomma tutto qua. Giornata quasi finita!!!

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...