Giorno #xxx| Shame, shame, shame

shame

Gli estimatori di Game of thrones capiranno! Ebbene VERGOGNA, VERGOGNA VERGOGNA! L’esperimento del diario di bordo era partito alla grande e poi finito miseramente. Tra le difficoltà nel mantenerlo sempre aggiornato, le mille tentazioni disseminate sul mio cammino, la noia e la stanchezza ho abbandonato il progetto!

La mia routine giornaliera e settimanale come al solito è ritornata a quella pazzesca montagna russa che è la mia vita! Ma non mi voglio lamentare, per lo meno non tutto il tempo, mi bastano già i miei soliti 15 minuti di commiserazione giornaliera dopo ogni strafogata.

Quindi adesso che si fa? Mmm fatemi pensare…bene! Pare evidentissimo come sia complicato l’aggiornamento quotidiano, specie se arrivi a casa la sera e vuoi solo mangiare, infilarti nel letto e spararti 3 o 4 puntante di una qualche serie. Quindi ho deciso che intanto faccio un sunto di tutte le cose belle che mi sono capitate in questi mesi, dei viaggi e delle cose buone che mi son mangiata e preparata (è anche ora di ritornare a scrivere per la sezione food del blog), e poi si vede come metterla.

Allora la cosa più importante da dire è che ho finalmente ripreso a correre abbastanza regolarmente, tre volte alla settimane. Tutto è partito, oltre dalla giornaliera commiserazione dei miei rotolini addominali e coscette flaccide, dall’aver realizzato che si avvicinava maggio e come tutti gli anni a Firenze si sarebbe tenuta la Deejay  ten, la 10K di radio deejay. Gli ultimi anni vissuta a Firenze l’ho sempre fatta, con risultati ogni anno sempre migliori. Cosí una domenica pomeriggio di tre mesi fa, presa dallo sconforto e profonda nostalgia di casa e amici (dopo vi dirò il perché), do un’occhiata a biglietti aerei e ai possibili incastri per fare un salto sia a Firenze che in Sicilia, e cosí carica come non mai, il lunedì mattina appena arrivata in ufficio chiedo una settimana intera di ferie per il mese di maggio. Concesse: prima tappa Palermo, poi sorpresa a casetta e in fine ritorno nella mia adorata Firenze. Parlerò nel dettaglio di questa fantastica settimana nel prossimo post “viaggi” (dovete assolutamente sapere le meraviglie di Palermo!!!).

giorno 0.jpg
Questa foto è stata scattata la domenica della mia crisi. Io e Adri abbiamo fatto il pane in casa e abbiamo in qualche modo messo in tavola tutto quello che in casa mia si usa mangiare quando mia mamma fa il pane a San Leone nel forno a legna: tavolata di cose sfiziose e rustiche, da mangiare senza troppe accortezze a tavole, tutto fatto in casa e genuino. Quando il pane è ancora caldo, lo tagliamo a metà e lo immergiamo in un piatto d’olio condito con un sale e pepe. Lo si mangia così oppure dentro gli si mettono le acciughine, il formaggio, qualche verdura al forno e i passuluna (olive nere). Così abbiamo fatto io e adri. Il momento prima stavo bene, anzi ero felicissima, il momento dopo ho iniziato a piangere come una cretina.

Ritornando alla Deejay ten, l’ultimo mese e mezzo è stato tosto, combattuta dall’irrefrenabile voglia di rimanere a letto a dormire e la consapevolezza che, se non fossi ritornata a correre regolarmente, i 10 km me li sarei sognati.Così tra una lagna e un’altra, sveglia alle 6 del mattino 2/3 volte a settimana , acqua e limone, riscaldamento e via. Son partita piano piano, anche perchè ho alcuni chiletti in più da portare a giro, ma alla fine signori ce l’ho fatta. Sono stata a  Firenze, ho corso e ho vinto…quasi! Ci ho impiegato qualche minuto in più degli altri anni, ma mi sono divertita. L’ho affrontata con un’amica e insieme ci siamo dati forza a vicenda!

img_10441.jpg

Firenze è stata perfetta, già in primavera, soleggiata e sempre bella. Poi ho ritrovato i miei adorati amici e con loro non potevo che trascorrere dei giorni strepitosi. Inoltre atterrando a Pisa ho rivisto anche Giosuè, il mio fratellone/orso buono, e Federica mia cugina. Abbiamo trascorso un’intera giornata in giro per Pisa a mangiare finocchiona e gelato. E poi top del top, dopo la deejay ten, insieme a Laura, Davidone, Fabri e Giosuè ho anche visitato Livorno. Insomma una settimana TOP!!!

IMG_1076[1]

Rientrata a Dublino carichissima. Ma quello non è stato l’unico viaggetto. Due settimane prima io e Adriano siamo stati a Ginevra. Quattro giorni nella perfetta, chic e costosissima Svizzera. È stato un lungo weekend bello e rilassante ma non consiglierei mai a nessuno di andar a vivere laggiù!!! Ragazzi tutto troppo perfetto, chic e costoso. Ma anche di questo ne parlerò nel post viaggi.

Proseguendo con il resoconto degli ultimi mesi, come forse accennato (anzi non l’ho fatto, perchè scrissi l’articolo che ne parlava, ma poi mi scordai di pubblicarlo e adesso non ha più senso) da circa 2 mesi ogni martedì ad ora di pranzo faccio CrossFit con alcuni colleghi, visto che rientra nel piano “social” del mio studio. Ragazzi è una figata pazzesca! Praticamente per la prima settimana non sono riuscita a salire una rampa di scale, senza imprecare in tutte le lingue del mondo, o a prendere i biscotti dalla mensola più alta della dispensa senza che sentissi un strano strappo all’attaccatura del braccio con il dorso. Insomma è un esercizio veramente intenso, che fa lavorare anche quei muscoli che non pensavi servissero a qualcosa. Per ogni esercizio senti una vampata di fuoco che ti brucia ovunque e il principale attrezzo che utilizzi è il tuo corpo, aiutato con qualche fascia elastica, palle mediche e qualche peso. Vi do la definizione che ho trovato su Wikipedia e che non potrebbe descriverlo meglio

Il CrossFit è un programma di forza e condizionamento costituito principalmente da un mix di esercizio aerobico, ginnastica ritmica (esercizi di peso corporeo) e sollevamento pesi olimpico.

L’insegnante è davvero in gamba. Le prime volte è stato quasi impossibile capire cosa dicesse, perchè parla velocissima e quindi mi limitavo come un’imbranata ad aspettare che gli altri partissero e gli andavo dietro, replicando da brava scimmietta. Adesso va già meglio. Ad ogni modo vi consigli di provarlo. Io ne sono così contententa che ho deciso di farlo 2 volte a settimana. Adesso starete pensando che dopo la corsa e la palestra finalmente ho iniziato a perdere peso o sentirmi meglio.

Ma quali???!!! _detta alla favarisa_

Nulla da fare, tra i cali di volontà, sfiancamento, fase premestruale (che è sempre la scusa giusta in questo caso) non ho perso un grammo, anzi sono arrivata a un peso mai raggiunto prima. Gli ultimi 2 mesi sono stati come sempre un mix di giorni perfetti con colazioni strepitose e pranzetti niente male e poi weekend vergognosi.  Il problema è stato anche che prima di pasqua ho ricevuto un pacco dalla sicilia (ebbene si le mamme terrone colpiscono anche all’estero) e tra dolci di mandola e pistacchio, agnello pasquale, colomba al pistacchio, vino e passito siciliano, pomodori secchi e olive, non ho avuto scampo. Gioia e dolore, tentazioni e peccato hanno segnato i miei giorno.

sicilia

sicilia 2

E in tutto ciò hanno giocato un ruolo pesante il viaggio a Ginevra, dove mi ritrovavo cioccolaterie artigianali ad ogni angolo della città, l’essere stata 24h a Palermo, con la mia amica Angelica che ha fatto per me e Federica da guida culinaria in lungo e in largo per la città, stare a casa e poi Firenze. Non sono mancati momenti positivi ma come dicevo non ho perso un grammo! MI SONO FATTA UNA PALLA!

Quindi si ricomincia, o ci proviamo, a fare le brave persone. Da quando sono rientrata dall’Italia mi sono rimessa di nuovo in riga. Come già avevo iniziato da tempo, corsa la mattina e quando non corro, 40 min di camminata veloce intorno casa. E’ molto bello e rilassante.

IMG_0070[1].JPG
Una delle prime mattine che mettevo il naso fuori casa alla 6:30. Adesso invece quando esco di casa e’ completamente giorno.

Poi ho deciso di fare tutte le volte giri diversi per scoprire piccoli angoli del centro magari mai visti. Uno dei percorsi più belli è stato quello dei parchi di età georgiana di Dublino. Sono tre grandi giardini nati nella parte sud della città nel corso dell’800′, come giardini privati delle case intorno.Mi è piaciuta tantissimo perchè l’architettura georgiana è il volto del centro storico di Dublino, e in queste ultime settimane sto leggendo un libro prestatomi dal mio capo proprio su di essa, in quanto il nostro lavoro è incentrato tanto sulla sua “conservation” come si dice qui.

A parte le corse e le camminate, c’è la palestra, che questa settimana inizierò a farla due giorni consecutivi a settimana, non sono ancora convinta che sia una buona idea, ma erano gli unici giorni disponibili, vedremo. Poi ho ripreso un’alimentazione perfetta e anche nel weekend sono stata brava. Con Adri abbiamo mangiato fuori solo sabato sera, forse un po’ troppo vino ma sono più che fiera di dire che NON HO TOCCATO DOLCE.

Durerà? I have no idea!!!  Gente che devo dire, a me piace magnà e quando sono felice ancora di più, ma non posso rischiare di farmi un palla! Quindi incrociate le dita e fate il tifo per me.

Con l’augurio di non perdere nuovamente la voglia di scrivere, vi dico ci vediamo presto, ho tante belle cose da dire in merito alla mia ultima capatina in Sicilia. (Palermo è stata la cosa più sorprendente). E inoltre ho intenzione di ritornare a scrivere di ricettine e anche di qualche altro argomentino un po’ più impegnato (ho appena finito di leggere “Mafia” un libro di Antonio Nicaso e mi piacerebbe spenderci due parole).

Insomma a presto!!!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...